PIANO SULCIS: BANDO INTERNAZIONALE DI IDEE FRA GENNAIO E FEBBRAIO

PIANO SULCIS: BANDO INTERNAZIONALE DI IDEE FRA GENNAIO E FEBBRAIO
(AGI) – Cagliari, 18 dic. – E’ prevista per gennaio-febbraio 2013 la pubblicazione del bando internazionale di idee per il rilancio del Sulcis. Le criticita’ di ognuno degli interventi previste nel piano sono state affrontate stasera dal cosiddetto “tavolo di attuazione” per preparare i materiali in vista della gara, durante una riunione di quattro ore al ministero per la Coesione territoriale, cui hanno partecipato il ministro Fabrizio Barca, il sottosegretario allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti, il presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, quello della Provincia di Carbonia-Iglesias Salvatore Cherchi, i sindaci dei Comuni del Sulcis-Iglesiente e i rappresentanti del partenariato locale. (
I punti di forza e di debolezza di ciascun intervento sono stati evidenziati durante i sopralluoghi effettuati dai tecnici dell’Unita’ di verifica degli investimenti pubblici (Uver) e della Direzione Generale per la Politica Regionale Unitaria Nazionale (Dg-Prun). Stasera le parti hanno assunto l’impegno di attivare una parte delle opere pubbliche previste che risponda alle esigenze di tempestivita’ avanzate dal partenariato economico, fa sapere il ministero. E’ stata anche valutata la possibilita’ di realizzare nell’area interventi di incentivazione de minimis utilizzando quanto previsto dal decreto-legge Crescita 2.0 sull’estensione delle zone urbane interessate nei Comuni della Provincia di Carbonia-Iglesias. Invitalia ha scandito la tempistica molto stretta per l’emanazione del bando internazionale di idee, che richiede entro il 10 gennaio 2013 l’impegno alla chiarezza delle scelte locali, regionali e nazionali, impegno che e’ stato assunto dai singoli partecipanti al tavolo.
PIANO SULCIS: BANDO INTERNAZIONALE DI IDEE FRA GENNAIO E FEBBRAIO (3)
(AGI) – Cagliari, 18 dic. – “Il piano”, ha ricordato Cappellacci, presente alla riunione di Roma con l’assessore all’Industria, Alessandra Zedda, “mira a rimuovere, con gli interventi previsti per la viabilita’ e per la portualita’, quel gap infrastrutturale che nei decenni passati ha pesantemente limitato la possibilita’ per impresa e lavoro di muoversi in maniera competitiva rispetto agli altri territori”.
Non solo, ha sottolineato il presidente, “il piano mira da un lato alla salvaguardia del tessuto produttivo e allo stesso tempo alla creazione di nuove filiere che vanno dall’energia pulita e dell’agroenergia ecocompatibile, al risanamento ambientale, dall’agroalimentare al turismo”.
“L’apprezzabile lavoro svolto ad oggi”, osserva il presidente di Confapi Sardegna, Francesco Lippi, a margine della riunione di stasera, “disegna certamente uno scenario di grande prospettiva per l’area del Sulcis, migliorando e infrastrutturando il territorio, ma non risolve nell’immediato uno dei problemi che aveva ispirato il piano Sulcis: concorrere alla soluzione della crisi generata dalla chiusura dello stabilimento Alcoa. Attendiamo quindi di capire come coniugare la strategia d’intervento sulla creazione della prospettiva con l’urgenza dell’immediato, per non far ‘spegnere’ le imprese locali e salvaguardare i posti di lavoro. Chiediamo soluzioni chiare e spendibili nell’immediato, con tempi certi”. (AGI) Red-Rob

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: