Castelsardo – Cappellacci: Regione e Comune insieme per scelte coraggiose.

foto
In questi anni Castelsardo ha compiuto scelte coraggiose, innovative, idonee a creare sviluppo nel rispetto dei valori, delle tradizioni, dei saperi della Sardegna: beni che non possono essere delocalizzabili dalle grandi multinazionali. Lo ha dichiarato oggi il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, durante la sua visita istituzionale al Comune di Castelsardo, dove ha incontrato il sindaco Matteo Santoni e gli altri rappresentanti del territorio.

“La sfida lanciata da Castelsardo è anche la nostra – ha sottolineato il presidente durante l’incontro al quale ha partecipato anche l’on. Franco Cuccureddu -: la Regione intende accompagnare il Comune in un percorso virtuoso, che avrà importanti ricadute per le imprese e per l’occupazione”. Cappellacci si é soffermato in particolare sull’Accordo di Programma “Natural’mente”, firmato lo scorso 31 luglio, con il quale sono stati destinati a Castelsardo 7 milioni e duecentomila euro per la valorizzazione delle aree naturalistiche e percorsi per l’accessibilità al borgo medioevale.

Il progetto si articola in tre interventi:

Parco urbano naturale, la spiaggia e l’agorà in località Lu Bagnu – 3.400.000 di euro;

Completamento e recupero dei percorsi pedonali e ciclabili di accesso al porto turistico ed alle spiagge – 1.800.000 di euro;

Accessibilità al borgo medievale: realizzazione e sistemazione di percorsi meccanizzati e pedonali – 2.000.000 di euro

“A questi ai sommano – ricorda Cappellacci – i 3 milioni di euro stanziati per le opere di difesa della costa e della falesia di via Zirulia. Sono interventi – ha aggiunto il presidente – che consentono di valorizzare il territorio, rendendolo più attraente per i turisti e migliorando, allo stesso tempo, la qualità della vita dei cittadini. Alle stesse finalità – prosegue il Presidente – corrisponde l’Accordo sulla portualità turistica, firmato il 24 aprile, che vede Castelsardo beneficiare di un finanziamento per 500.000 di euro complessivi per il ripristino della funzionalità ed alla messa in sicurezza di pontili, impianti, arredi e servizi portuali. É intorno a queste azioni che possiamo fare rete non solo tra istituzioni, ma anche con gli investitori privati. Le emergenze e la crisi – ha concluso Cappellacci – si combattono anche con azioni di programmazione finalizzate a promuovere nuove opportunità di sviluppo di lungo periodo e a rendere competitivi i nostri territori”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: