ansa-CHIMICA: CAPPELLACCI, SARDEGNA VERSO NUOVO MODELLO SVILUPPO

ANSA) – SASSARI, 18 DIC – “La Regione ha fortemente voluto fin da subito il progetto per la chimica verde e ne ha fatto un fiore all’occhiello della sua strategia, come uno dei più importanti piani per la svolta industriale ‘green’ della Sardegna”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, stamani durante la presentazione ufficiale del cantiere di Matrica per la conversione di Porto Torres nel più grande polo d’Europa per la chimica verde. “Dopo avere inaugurato nel mese di febbraio scorso il centro di ricerca di Matrica – ha aggiunto il presidente – stiamo celebrando un altro importante atto concreto, a cui poi seguiranno tutti gli altri, che testimonia come si sia messo in moto un processo irreversibile di riqualificazione e rilancio della nostra industria. Grazie all’impegno profuso, la chimica verde è diventata anche un caso di successo nella collaborazione fra il pubblico e il privato, con un ulteriore valore aggiunto perché è imperniato sulla salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio di competenze e di professionalità, della cultura industriale dei nostri lavoratori, costruita con anni di lotte e sacrifici. La vera portata della chimica verde è proprio quella che introduce una radicale innovazione del modo di intendere il processo produttivo di tipo industriale. Questo significa sostenibilità, eco-compatibilità, efficienza energetica, eliminazione di immissioni inquinanti; smaltimento/riciclo di sottoprodotti della lavorazione; smaltimento e riciclo del prodotto finale. Questi principi della ricerca avanzata, della sostenibilità ambientale, dell’efficienza energetica, della green economy e della chimica verde sono racchiuse le chiavi del riscatto che la Sardegna e di uno sviluppo che non produca solo benefici economici ma anche e soprattutto un miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Quando la nostra isola si è pronunciata in maniera decisa contro il nucleare, è perché abbiamo un’idea alternativa di sviluppo”. “La Sardegna – ha concluso il governatore – deve essere come un’arca di Noé del Paese nella quale costruire un futuro basato sul rispetto dell’ambiente, del paesaggio, delle tradizioni, che vede nella green economy uno dei suoi pilastri principali”. (ANSA).

20121218-142228.jpg

BRIGATA SASSARI, CAPPELLACC​I A PRESENTAZI​ONE LIBRO DON PIGA: DIMONIOS RAGAZZI STRAORDINA​RI E INTERPREET​I DEI MIGLIORI VALORI DELLA NOSTRA COMUNITA’


“Ciascuno di noi nelle proprie esperienza di vita annota nei libro dei ricordi gli episodi più significativi. Se dovessi fare una scelta, la prima ricadrebbe sicuramente nell’esperienza vissuta in Afghanistan durante le visite alla Brigata Sassari”. Lo ha dichiarato stamane il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, durante la presentazione, presso la Monfenera, del libro del cappellano militare don Gianmario Piga. “E’ difficile – ha aggiunto il presidente – trasferire quello che si prova con semplici parole, perché è qualcosa che colpisce nel profondo del cuore. Durante quell’esperienza – prosegue Cappellacci – ho assunto un impegno con i ragazzi della Brigata: quello di rendermi utile, non perdendo mai occasione per raccontare l’opera che i Dimonios svolgono in terra straniera e rendere sempre omaggio alla loro alta missione missione”. Cappellacci ha ricordato in particolare un episodio, quando i militari portarono conforto ad un bambino con il volto segnato dalle ferite e al padre che stava accanto a lui. “Quell’episodio e quel ricordo – ha aggiunto il presidente – sono per me il simbolo più evidente che rappresenta il senso dell’impegno dei nostri ragazzi, della loro determinazione e della loro passione per portare la pace in quelle terre tormentate. Sono ragazzi straordinari – ha concluso Cappellacci – che interpretano migliori sentimenti e valori della nostra comunità”.

S.S. 125, CAPPELLACCI E NONNIS REPLICANO A SABATINI: “L’ATTENZIONE DELLA GIUNTA DIMOSTRATA DA ATTI CONCRETI”

Image“L’attenzione della Giunta per l’Ogliastra è dimostrata da atti concreti, che non possono essere smentiti da ragionamenti che non trovano riscontro nei fatti”. Così il presidente della Regione, Ugo Cappellacci e l’assessore dei Lavori Pubblici, Angela Nonnis,  che nella giornata di ieri hanno presentato a Tortolì le azioni dell’esecutivo per il porto e l’area industriale di Arbatax, replicano alle accuse dell’on. Sabatini riguardo alla strada statale 125.

“Il tratto che conduce dallo svincolo di Tertenia (circa 5,43 KM) – spiegano i due esponenti della Giunta – è allo stadio del progetto definitivo con un appalto integrato ed è finanziato con 70 milioni di euro. E’ in attesa di approvazione dall’ANAS – aggiungono Cappellacci e Nonnis – la progettazione preliminare del tratto che conduce dallo Svincolo di Osini a quello per S. Giorgio (7,84 KM), che è finanziato con 90 milioni di euro. Sulla strada statale 125 e sulla 389 – evidenziano il presidente e l’assessore – sono stati investiti complessivi 351,808 milioni di euro. In termini di popolarità parlare di disattenzione verso un territorio forse procurerà consenso a buon mercato, ma sicuramente, se veramente si ha a cuore il futuro della comunità, sarebbe meglio mettere da parte i soliti battibecchi della politica e avere il coraggio di riconoscere anche i meriti dell’avversario e di collaborare per il perseguimento di obiettivi comuni. Anche perché non è credibile il tentativo di far ricadere le responsabilità degli ultimi decenni su chi invece si adopera per porvi rimedio, ottenendo anche risultati concreti”.

CAPPELLACCI: OGGI GIORNATA DI RESPONSABILITÀ E SPERANZA

Image“Questa é la giornata della responsabilità e della speranza”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, durante la cerimonia di inaugurazione del nuovo impianto della Portovesme srl, alla presenza del cardinale Bertone. “La presenza del cardinale – ha aggiunto Cappellacci – ha un valore simbolico importante ed é una testimonianza profonda. Tutti quanti noi, e in particolare chi ricopre una funzione politica o sociale, sentiamo sulle spalle la responsabilità di dover profondere un impegno quotidiano in un momento di crisi. Allo stesso tempo viviamo con l’avvio di un nuovo impianto un momento di speranza, che é una luce per il territorio e per l’intera isola.
Sono presenti – ha aggiunto il presidente – anche i lavoratori di altre realtà produttive della nostra isola che dobbiamo guardare negli occhi, perché sono gli stessi dei nostri padri, dei nostri figli, dei nostri fratelli e vorremmo che oggi, anche per loro che continuano la battaglia per il lavoro con dignità e grande forza d’animo, fosse una giornata che apre una speranza in più”.

TEATRO LIRICO, CAPPELLACCI: INVESTIMENTI RICHIEDONO MASSIMO RIGORE E TRASPARENZA

Image

“In un momento di difficoltà per l’economia del Paese, la Regione Sardegna ha destinato risorse cospicue al Teatro Lirico di Cagliari, finalizzate a rilanciare un’eccellenza della nostra isola e, con essa, di quella industria culturale che rappresenta uno dei settori che possono contribuire alla ripresa non solo economica, ma anche sociale e culturale”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ricordando i finanziamenti assicurati dalla Giunta e dal Consiglio regionale. “Nel rispetto delle prerogative di ciascuno dei soggetti coinvolti – ha aggiunto il Presidente -, é necessario che alla dimensione e all’importanza degli stanziamenti e della mission del Teatro corrisponda una gestione che, secondo la lettera dello statuto dell’ente, assicuri i massimi livelli possibili in termini di competenza e trasparenza. Poiché si tratta di risorse della collettività, in mancanza di queste condizioni imprescindibili per un uso delle stesse corrispondente ai principi cardine dell’amministrazione pubblica, la Regione si vedrebbe costretta a riconsiderare l’impiego delle stesse”.

SOLIDARIETA’ AL SINDACO E CONSIGLIERE REGIONALE MULA.

“Desidero esprimere la mia vicinanza e la mia solidarietà all’on. Franco Mula”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, commentando le minacce pervenute al sindaco di Orosei e consigliere regionale. “Chi tenta di turbare la serenità di un amministratore con azioni vili, compiute nell’anonimato, è un delinquente e merita di essere emarginato dalla comunità. Auspico – ha concluso Cappellacci – che quanto prima i responsabili siano assicurati alla giustizia e che il collega Mula possa proseguire con impegno e determinazione il suo mandato al servizio dei cittadini”.

VISITA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE AL BROTZU DI CAGLIARI: “REGIONE DIFENDE ECCELLENZA SARDA”

Prima visita ufficiale questo pomeriggio del presidente della Regione Ugo Cappellacciall’ospedale Brotzu di Cagliari. Accompagnato dai vertici dell’azienda ospedaliera e dall’assessore della Sanità Simona De Francisci, il presidente ha visitato vari reparti e in particolare quello di Urologia in occasione degli 800 trapianti di rene dal 1988 a oggi. Numeri che confermano come la Sardegna sia tra le prime in Italia per numero di donazioni. Cappellacci e De Francisci hanno anche portato il loro saluto al congresso regionale della Simeu (Società italiana di medicina di emergenza-urgenza).
“E’ per me un onore – ha premesso Cappellacci incontrando i medici del Brotzu – essere qui con voi per un avvenimento simile, testimonianza della qualita’ dei servizi offerti da questa realta’ di eccellenza della nostra sanita’. Anche perche’ spesso, troppo spesso, si parla solo di malasanità dimenticando che ogni giorno medici, infermieri e operatori sanitari, che personalmente ringrazio per il loro straordinario lavoro, difendono la salute del cittadino e contribuiscono a salvare vite. La Regione ha piena consapevolezza di questo impegno e sarà sempre al fianco di questo polo sanitario, fiore all’occhiello della Sardegna”, ha sottolineato Cappellacci.
Da parte sua, l’assessore De Francisci ha aggiornato sulla situazione della sanita’ a livello nazionale alla luce degli ultimi provvedimenti del Governo, in particolare quello sulla spending review: “Da Roma non giungono notizie positive, in un periodo nel quale si annunciano tagli a tutti i livelli. Inutile negare che la legge nazionale sulla spending review e’ penalizzante per la Sardegna, stiamo dunque lavorando per ottenere legittime deroghe in ragione della nostra condizione di insularita’ e senza dimenticare che non siamo più nel piano di rientro e che ci autofinanziamo. Non siamo contrari alle riforme in sanita’, ma non siamo disposti a sacrificare le nostre eccellenze come il Brotzu”.

ARBATAX – LAVORI PORTO E AREA INDUSTRIALE: REGIONE STANZIA 18,8 MILIONI

Con 18 milioni e 800 mila euro e la firma delle convenzioni la Regione dà avvio agli interventi per la riconversione dell’ex cartiera e il potenziamento del porto di Arbatax. Il presidente, Ugo Cappellacci, e l’assessore dei Lavori pubblici, Angela Nonnis, hanno illustrato nel corso di un incontro nella sala consiliare del Comune di Tortolì i lavori previsti nell’area industriale e nello scalo marittimo.
   “É un risultato concreto raggiunto grazie a una positiva e leale collaborazione istituzionale – ha spiegato il esidente Cappellacci -. Si tratta di interventi infrastrutturali fondamentali per sciogliere nodi antichi e costituire quelle condizioni di scenario affinché impresa e lavoro possano muoversi in maniera competitiva”. dal canto l’assessore dei Lavori Pubblici ha evidenziato il ruiolo di “stimolatori” esercitato dalle rappresentanze istituzionali e sociali deglli’Ogliastra: “Abbiamo trovato un territorio attivo con amministratori attenti ed operativi”.
   Le convenzioni siglate dall’assessorato dei Lavori pubblici affidano in concessione al Consorzio industriale provinciale dell’Ogliastra e al Comune di Tortolì la realizzazione delle opere. Le risorse per il potenziamento del porto ammontano a 11,5 milioni di euro, quelle per l’infrastrutturazione e l’urbanizzazione dell’ex cartiera a 7,3 milioni.

Saranno realizzate, da un lato, strutture di banchinamento e protezione a mare, banchinamenti di riva e interventi di riordino della compendio portuale esistente per consentire lo sviluppo delle attività nella nautica e, dall’altro, opere di urbanizzazione a servizio di lotti individuati nell’area dell’ex cartiera. Negli interventi sono comprese eventuali, qualora necessarie, opere di bonifica ambientale.

I lavori di urbanizzazione e di infrastrutturazione a terra che, per quanto attiene agli interventi affidati alla struttura consortile sono finanziati con 2,5 milioni, e per quanto attiene a quelli affidati all’amministrazione comunale con 4,6 milioni, saranno integrati tra loro.

La finalità di tutto il programma di opere è quella di creare le migliori condizioni per agevolare nuovi e diversi insediamenti produttivi nell’area industriale portuale e di migliorare le infrastrutture esistenti nell’area consortile di cui l’ex cartiera costituisce parte sostanziale. A seguito dell’accordo di programma dell’8 novembre 2011, la Regione, la provincia dell’Ogliastra, il Comune di Tortolì, il Consorzio industriale e la società Sa.R.Ind, pur riconfermando la politica volta alla creazione di un polo della nautica nelle aree dell’ex cartiera e dei servizi ad esso correlati, hanno ritenuto opportuno estendere a imprese attive in altri settori la possibilità di insediarsi nella zona industriale riconvertita.

PIANO AZIONE COESIONE, CAPPELLACCI INTERVIENE A PALAZZO CHIGI.

FONDI UE: CAPPELLACCI, RISORSE PER RIDARE FIATO A SARDEGNA PRIORITA’ INFRASTRUTTURE, ISTRUZIONE E SERVIZI CURA ALLE PERSONE

cappellacci_barca(ANSA) – CAGLIARI, 11 DIC – Con la riprogrammazione dei fondi del Piano di Azione Coesione, la Sardegna persegue due obiettivi: contribuire al progresso nazionale e promuovere lo sviluppo del mercato interno attraverso la realizzazione di grandi infrastrutture di trasporto, soprattutto ferroviario; creare le condizioni per il conseguimento di standard nazionali ed europei nei servizi essenziali per i cittadini, nei campi della scuola, giustizia, sicurezza, acqua e rifiuti, cura degli anziani e dei bambini, sanità, trasporto. L’ha spiegato il governatore Ugo Cappellacci intervenendo stamane a Palazzo Chigi alla presentazione della riprogrammazione dei fondi Ue. “Le risorse – ha evidenziato Cappellacci – sono state destinate a rafforzare la strategia regionale di sviluppo sulle priorità afferenti ad alcuni settori specifici: Trasporti, Servizi di cura, Istruzione. Le scelte adottate dalla Regione sono finalizzate ad affrontare le criticità accumulate in passato e a valorizzare nel contempo le opportunità condivise con l’Ue e con il Governo nazionale. Per quanto riguarda le infrastrutture – ha aggiunto il presidente -, oltre che sulla rete ferroviaria, abbiamo puntato sulla strada Sassari-Olbia, che rappresenta da tempo una vera e propria emergenza nazionale e che vogliamo diventi da simbolo negativo ad emblema del riscatto della nostra isola”. “Particolare attenzione – ha aggiunto il Governatore – è stata rivolta ai temi dell’Agenda digitale e alla Pubblica istruzione, con il progetto innovativo Scuola digitale che vede la Regione Sardegna come modello sul piano nazionale. Tra le priorità vi sono anche i Servizi di cura, che soprattutto nelle aree più disagiate dell’isola concorrono a migliorare le condizioni di vita delle persone anziane e/o disagiate e la qualità della vita dei loro familiari. La Regione – ha concluso Cappellacci – ha stanziato 35 milioni di euro per interventi di domotica volti a migliorare la qualità della vita delle persone disabili e per interventi di adeguamento di Case della Salute”. (ANSA).