Cappellacci: “Un patto per Oristano” (L’Unione Sarda)

oristano
«Polo agroalimentare, università e fibra ottica: sono pronti i fondi» La sfida è aperta. Ora c’è un patto, ufficiale, da onorare. La visita del presidente della Regione Ugo Cappellacci è solo una fase. Lo hanno ben registrato sindaco, autorità e rappresentanti delle istituzioni e delle categorie produttive che ieri hanno segnato punto per punto quanto annunciato dal governatore. Fra un mese, a maggio, la prima tappa: l’istituzione di un tavolo di lavoro coordinato dalla Presidenza della Regione per dare una risposta alle attese di Oristano e del territorio.
LA VISITA A dispetto delle polemiche della vigilia, la giornata di ieri è filata senza intoppi. Nell’aula consiliare del Comune ieri erano presenti anche il prefetto Giovanni Russo, il presidente della Provincia Massimiliano De Seneen e l’arcivescovo Ignazio Sanna. Il sindaco ha rispolverato l’ormai vecchio protocollo di intesa sottoscritto da Comune, Provincia e Regione, «in gran parte inattuato». Quel documento, ha detto Tendas, «dettava le linee di sviluppo. Molti dei punti contenuti nell’intesa del 2007 sono ancora oggi validi e altri se ne sono aggiunti». Chiarimenti sull’aeroporto, e «l’attivazione della dorsale di fibra ottica che attraversa tutto l’agglomerato industriale». ma anche: il progetto pilota per l’housing sociale nell’area delle case minime da 5 milioni di euro, il finanziamento da 3 milioni di euro del progetto Paesaggio Golfo di Oristano e quello, sempre da 3 milioni per il Museo della Sardegna Giudicale. Claudio Atzori (Legacoop e in rappresentanza del mondo delle imprese) ha sollecitato un utilizzo oculato delle risorse. «Il Patto di stabilità non può colpire solo i pagamenti verso le imprese, e vanno eliminati gli sprechi». Angelo Medde (Uil e in rappresentanza del mondo del lavoro): «I bisogno si conoscono, basterebbe solo un po’ più di considerazione».
IL PRESIDENTE Cappellacci ha toccato solo di striscio le polemiche che lo hanno preceduto: «La mia visita istituzionale non può essere confusa con un momento di campagna elettorale, soprattutto se si opera per perseguire il bene della comunità e del territorio». Ha quindi concordato sulla necessità di ritrovare uno spirito di collaborazione e di forte alleanza tra le istituzioni per superare la crisi.
I FONDI STANZIATI Quindi ha ricordato le risorse spese per l’Oristanese in questi anni: i 180 milioni di euro per il territorio, i 10 milioni del fondo per le infrastrutture, i 20 milioni per opere come il potenziamento del porticciolo di Torregrande e la riqualificazione urbana (strade e impianti sportivi), i 6 milioni per le opere cantierabili e i 7 milioni per il polo agroalimentare. «Oristano ha delle eccellenze culturali di cui si deve tenere conto», ha commentato riferendosi alla Sartiglia, al Museo Giudicale e alla Reggia «che saranno oggetto delle riflessioni del tavolo di coordinamento che sarà istituito presso la Presidenza della Giunta regionale». Sulla fibra ottica ha annunciato la prossima approvazione della delibera che consentirà di bandire la gara d’appalto e sul fondo unico per gli enti locali ha spiegato che gli stanziamenti non saranno modificati. Disponibilità anche per la realizzazione a Oristano della Conferenza regionale sull’amianto. Sui temi più generali della crisi, Cappellacci ha spiegato che «il Patto di stabilità è il vero cancro del sistema paese, contro il quale stiamo combattendo una battaglia dura». ( r. r. )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: