Entrate, Cappellacci da Letta: «Il governo faccia la sua parte» (L’Unione Sarda)

20130524-115518.jpg
«Ora lo Stato faccia la sua parte». Lunedì a Roma il governatore Ugo Cappellacci lo ricorderà al premier Enrico Letta in occasione dell’incontro con la Conferenza delle Regioni convocato a Palazzo Chigi. Chiederà non solo che le risorse della Vertenza entrate, un miliardo e 400 milioni, vengano trasferite fino all’ultimo euro a Cagliari ma soprattutto che possano essere spese. Insomma, dovrebbe proporre il rilancio del tavolo con lo Stato per chiudere definitivamente la partita. Dalla sua il capo dell’esecutivo ha l’ultima sentenza della Consulta. Pur avendo respinto il ricorso della Regione al ministero delle Finanze, la Corte costituzionale ha riconosciuto che «lo Stato è debitore moroso della Sardegna e questo ci permette di passare alla fase due: ottenere la modifica del Patto di stabilità in ragione dell’articolo 8 dello Statuto». LA PARTITA Il giorno dopo la sentenza il governatore Ugo Cappellacci è moderatamente fiducioso. «Il risultato sul riconoscimento del debito da parte dello Stato è stato centrato; ora l’obiettivo è riuscire a convincere il governo a finire di trasferire e a dare la possibilità di spendere le risorse». Per dare forza al riconoscimento costituzionale del debito, Cappellacci sottolinea un passaggio del dispositivo: «Indubbiamente l’inerzia statale troppo a lungo ha fatto permanere uno stato di incertezza che determina conseguenze negative sulle finanze regionali, alle quali occorre tempestivamente porre rimedio, trasferendo, senza ulteriore indugio, le risorse determinate a norma dello Statuto». Il sentimento del presidente della Regione è condiviso dall’assessore alla Programmazione Alessandra Zedda: «L’impostazione della consulta ci conforta», dice. «La strada di continuare la trattativa con lo Stato è quella giusta. Ora aspettiamo che il governo sia ottemperante».LE REAZIONI Le reazioni dei partiti, però, non sono tutte positive. Se Adriano Salis (Gruppo Misto) osserva che «nella Vertenza entrate ormai da anni tutti ci danno ragione, come ai fessi, ma nessuno scuce un euro», il capogruppo del Pd Giampaolo Diana mette benzina sul fuoco: «Cappellacci sta utilizzando il pronunciamento della Consulta come uno spot, l’ennesimo». Per l’esponente democratico non c’è niente di nuovo sotto il sole: «Che siamo creditori nei confronti dello Stato lo sappiamo dal 2007, anno dell’accordo Soru-Prodi. Dal 2010 l’intesa sulle entrate sarebbe dovuta entrare a regime, ma la Regione non ha fatto nulla perché a Palazzo Chigi c’era Berlusconi. Con Monti, poi, il governatore ha cambiato strategia, intimando il governo a fare la sua parte con una lettera in sardo. Abbiamo denunciato in tutti i modi gli errori di Cappellacci: non ha saputo gestire con autorevolezza il rapporto col governo e per nascondere questi limiti ha aperto una guerra legale sapendo che non sarebbe approdato a nulla, solo per avere un ritorno mediatico». Diana fa una proposta: «A suo tempo, con una mozione, cercammo di convincere la Giunta a presentare un piano straordinario di interventi per colmare il deficit infrastrutturale», conclude. «Era un piano che prevedeva 500 milioni all’anno che il governo avrebbe potuto concedere in titoli di Stato. Non siamo stati ascoltati». Anche Giacomo Sanna, leader Psd’Az) storce il naso: «È l’ennesima ammissione. Il problema è ottenere i soldi e poterli spendere. Ma reagire sarebbe chiedere troppo a questa Giunta».FIDUCIA Messaggi di fiducia arrivano invece dalla maggioranza. Michele Cossa, leader dei Riformatori, osserva: «Il debito è stato riconosciuto costituzionalmente, questa sentenza ci dà forza e argomenti per continuare a chiedere ciò che spetta ai sardi». Sulla stessa linea il capogruppo del Pdl Pietro Pittalis: «Ora si vada avanti nella trattativa per ottenere l’allentamento dei vincoli».Lorenzo Piras

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: