AREE CRISI, FARE SISTEMA E FRONTE COMUNE PER DIFESA INTERESSI SARDI

Cappellacci_Tonara
 Un incontro operativo con l’amministrazione comunale di Tonara, con i sindaci della Barbagia e del Mandrolisai,  le istituzioni comunali, gli imprenditori e i cittadini per affrontare le criticità e le problematiche dei principali settori economici e produttivi legati alle filiere produttive dell’area. È stato questo il momento centrale della visita del presidente della Regione, Ugo Cappellacci a Tonara, una visita focalizzata sull’ascolto del territorio utile all’individuazione di un percorso comune volto al superamento delle problematiche socio-economiche e delle criticità infrastrutturali di una zona di grande produttività dell’entroterra sardo.
   “Fare sistema e lavorare alla crescita delle filiere che soffrono la grave crisi economica attuale è una nostra esigenza, dobbiamo puntare sulle peculiarità delle nostre eccellenze e creare politiche di supporto al mondo produttivo isolano, per la difesa dei posti di lavoro delle imprese locali e per creare nuove vie di sviluppo occupazionale. L’impegno che prendiamo oggi – ha spiegato Cappellacci – è quello di deliberare sull’area di crisi per la Barbagia e il Mandrolisai, questa è una risposta dovuta per avviare un ragionamento operativo e proficuo con tutti gli strumenti adeguati alla costruzione di un percorso di crescita”, ha detto il presidente Cappellacci nel suo intervento.
Il presidente nel far proprie le richieste degli amministratori locali e delle rappresentanze del mondo del lavoro ha richiamato le azioni della Regione volte alla valorizzazione dell’economia legata ai prodotti tipici della Sardegna con particolare riferimento a quelli delle zone interne, per le quali ha ipotizzato in chiave turistica l’isituzione di una Borsa del turismo (Bitas) della Montagna.
   Cappellacci ha ricordato, inoltre, come le politiche messe in atto per la creazione di nuove vie di espansione dell’economia non solo della zona ma di tutta la Sardegna, devono necessariamente passare dalla capacità di unire le forze per la messa in campo di politiche comuni e adeguate.
“Fare buona politica significa portare avanti una battaglia comune per la difesa degli interessi dei Sardi senza bandiere di parte – ha concluso Cappellacci – noi sia sulla Zona Franca che sulle politiche strutturali che interessano la nostra Regione chiediamo con forza il coinvolgimento di tutti anche dei nostri avversari politici, pronti noi a fare un passo indietro ma chiedendo a loro di fare un passo in avanti per raggiunge l’obiettivo comune”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: