Vertenza Sardegna: serve confronto serrato, non visite a ministri in vacanza.

pigliaru_delrio

“Incontro istituzionale o semplice visita di cortesia fuori sede ad un ministro di passaggio, in vacanza in Sardegna?” Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia domanda chiarimenti circa il presunto confronto sul dossier Sardegna tra il presidente Pigliaru ed il ministro Delrio. “Il presidente della Regione – sottolinea Cappellacci- diffonde comunicati stampa per non dire nulla perché si parla di interlocuzioni, di rimando a gruppi per ulteriori approfondimenti, di aggiunta di importanti tasselli, di proposte chiare e bene articolate e di esito molto positivo, senza però specificare in che cosa si traduca questa grande abbondanza di vocaboli. Se l’esito è molto positivo, il presidente renda partecipi tutti i sardi di questo grande passo avanti .In verità, la Giunta regionale ha aspettato un anno e mezzo prima di consegnare al Governo un dossier sulla situazione sarda,  a maggio hanno annunciato l’avvenuto recapito con i toni delle grande occasioni ed è grave che al momento l’unico risultato sia una moltitudine di dichiarazioni fumose, senza l’indicazione di una via, di uno spunto, di un’idea percorribile. Se c’è uno straccio di proposta, Pigliaru venga in Consiglio a spiegare in che cosa consiste, con quali risorse e in quali tempi intende realizzarla. Anche perché in questo anno e mezzo, mentre i baroni della Giunta si incipriavano davanti alle telecamere millantando la loro autorevolezza, il Governo non ha fatto altro che sottrarre centinaia di milioni di euro alla nostra isola e l’unico risultato vero è l’accordo fregatura sul patto di stabilità che, non a caso, oggi viene rimesso in discussione dalle altre Regioni, che non vogliono finire come la Sardegna: usata come cavia di un esperimento fallimentare. Sono le stesse delibere della Giunta a smentire i proclami e a certificare la continua sottrazione di risorse da parte di un Governo avaro con la Sardegna e prodigo con altre aree del Paese, per le quali i soldi in un modo o nell’altro si trovano sempre, come la Roma Capitale di Marino o la Milano dell’Expo. Anche nell’ultima riunione, come già evidenziato da un assessore, la Giunta ha dovuto prendere atto che, in materia di edilizia residenziale pubblica, lo Stato non ha erogato i soldi promessi. In un anno e mezzo Pigliaru ha tenuto un atteggiamento rinunciatario: non ha rivendicato quanto dovuto alla Sardegna, ha ritirato i ricorsi promossi da noi per difendere i soldi dei sardi dalla mano rapace del Governo, ha firmato accordi-patacca che hanno vanificato anni di battaglie politiche e giurisdizionali. Poiché i risultati della politica da Don Abbondio sono davanti agli occhi di tutti, occorre cambiare rapidamente rotta: il presidente riferisca in Consiglio e provi a condividere una strategia che sia veramente tesa a difendere i diritti dei sardi e non a difendere il Governo dai sardi. Le granite con i ministri in vacanza – ha concluso Cappellacci- possono attendere, l’isola invece non può aspettare”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: