Basta retorica, Pigliaru e Renzi affondano la scuola sarda.

IMG_4187

La retorica del presidente della Regione e della sua Giunta ha il sapore di una presa in giro: il “domani” dello slogan elettorale di Pigliaru per molti alunni inizia da pendolari e appiedati, a causa di un piano di dimensionamento scolastico che cancella una trentina di scuole e dell’inefficienza della giunta sugli autobus per portare i ragazzi negli istituti rimasti aperti nei paesi vicini.

E dire che su questo tema durante la campagna elettorale l’attuale presidente disse che avrebbe esercitato tutta la sua autonomia. Delle due è l’una: o era veramente poca o ha dimenticato la promessa. Il fatto che abbia perfino rinunciato al ricorso contro la cosiddetta legge “Buona scuola”, che costringe molti docenti a fare la valigia per poter lavorare, fa propendere per la prima ipotesi. Di reale e concreto ci sono solo i provvedimenti per l’edilizia scolastica già finanziati nella scorsa Legislatura e il piano Scuola Digitale, finanziato ed avviato da noi. A questo proposito auspichiamo che non ci siano rallentamenti nella distribuzione dei tablet.

Cappellacci_scuola

Ozieri, consegna di una delle prime LIM

Insomma in un anno e mezzo Pigliaru ha prodotto solo comunicati stampa e annunci. Quando inizierà a lavorare su quello che era il primo punto del suo programma?”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: