Manifattura Tabacchi: torna il fumo, ma non è quello delle sigarette.

manifattura2

“Torna il fumo, ma non è quello delle sigarette”. Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, commenta le comunicazioni della giunta regionale riguardo al futuro della Manifattura Tabacchi. “Solo due anni fa – ricorda l’esponente azzurro- il sindaco di Cagliari auspicava un confronto con l’amministrazione e manifestava il timore che gli spazi potessero essere occupati con iniziative slegate dal progetto generale della fabbrica della creatività. Gli faceva eco l’assessore Firino, che annunciava la presentazione del progetto nelle settimane successive, sempre due anni fa, e prima della chiusura dei lavori. Anche lei ribadiva che sarebbe stato un piano condiviso con l’amministrazione comunale e con gli operatori culturali. A due anni di distanza, con i lavori finiti già da un pezzo, l’assessore Firino è stata totalmente estromessa dalla vicenda e con lei anche l’amministrazione di Cagliari. A fare il bello e il cattivo tempo è un altro assessore con il mantello di Sardegna Ricerche. Che cosa ha prodotto in tutto questo tempo, dopo proclami, annunci e quant’altro? Un regolamento. Tutto qui? La giunta dei baroni ancora una volta azzera tutto per non fare nulla, arrivando al paradosso di cancellare perfino l’operato di un’altra giunta di centro-sinistra e portato avanti da noi in nome della continuità amministrativa. La cultura è stata estromessa o relegata al ruolo di contorno di altre attività, della cosiddetta fabbrica della creatività non c’è traccia e si perdono di vista anche i nostri contributi, come quello finalizzato a far uscire le numerose opere d’arte chiuse negli uffici regionali per renderle fruibili a tutti, non solo a pochi eletti e collocare invece nel cosiddetto palazzo le copie, la cui realizzazione sarebbe stata affidata a giovani artisti. La città di Cagliari non merita che l’unico contributo della Regione sia un misero regolamento, come se tutto fosse derubricabile a fatto tecnico. Se non hanno idee, se non hanno l’umiltà di accettare ciò che è stato già pensato e i contributi che arrivano da più parti, i signori della giunta regionale tornino pure e casa”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: