Così Renzi scippa altri 2 miliardi alla Sardegna.

pigliaru_renzi

“Renzi scippa altri due miliardi ai sardi”. Lo ha dichiarato Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, commentando le disposizioni della legge di bilancio 2017, proposta dal Governo nazionale. “Il comma 20 dell’articolo 66  – spiega Cappellacci- non solo conferma gli accantonamenti, ma ne estende l’applicazione fino al 2020. Tradotto in cifre, se l’anno scorso l’isola si è vista sottrarre ben 680 milioni di euro, dal 2017 al 2020 ci saranno tolti più di 2 miliardi. Infatti, la somma complessiva del contributo per le speciali era 3980 milioni fino al 2017, ma passerà a 5480 milioni dal 2018 al 2020. Sarebbe questo il risultato storico delle trattative portate avanti dal duo Paci-Pigliaru, che una volta che si siede ad un tavolo con il Governo esce fuori con un vantaggio per lo Stato ed una fregatura per i sardi? Se la vicenda non fosse seria e drammatica per la comunità, ci sarebbe da rileggere le pompose dichiarazioni dei baroni di villa Devoto quando, anche in occasione dell’ultima Finanziaria, hanno invitato alla calma perché loro avrebbero risolto tutto, grazie ai loro buoni rapporti con quelli della Leopolda. Sono sempre loro che nel 2014, appena insediati, omaggiarono il Governo con il ritiro dei ricorsi già presentati da noi e firmarono, come polli, un atto in cui rinunciavano perfino agli effetti di quelli già vinti. Solo tardivamente si sono resi conto che anche l’accordo-patacca siglato con il ministro Padoan era avvenuto mentre Renzi attingeva a pieni mani dal salvadanaio dei sardi. Intanto il presidente del Consiglio continua i suoi show in cui con Pigliaru nei panni del valletto silente, veste i panni del generoso e propina bufale su soldi in più, quando la realtà è quella che emerge dagli atti politici: 2 miliardi in meno. Sono queste – domanda il coordinatore azzurro. le intese alle quali qualcuno, con il referendum del 4 Dicembre, vorrebbe affidare le sorti dell’intera Autonomia? L’intento, ammesso anche dall’ex ministro Treu, di privare le autonomie delle risorse per limitarne l’azione per poi accentrare tutto a Roma è ormai svelato e davanti agli occhi di tutti. Ecco perché – ha concluso Cappellacci- è giusto ribellarsi con il voto ad un presidente del Consiglio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: