La Valle d’Aosta difende i suoi soldi, Pigliaru ritira i ricorsi.

ugo_entrate

Oggi abbiamo tenuto una conferenza stampa insieme ai colleghi per denunciare le politiche folli della giunta regionale sui soldi dei sardi. Questo sembra un argomento per addetti ai lavori, ma in realtà riguarda il decreto legge del 2012 il Governo ha deciso di scippare altri soldi alla Sardegna e ai quotidiano di ciascuno di noi. Con un sardi. La giunta da me guidata si è opposta subito con un ricorso alla Corte Costituzionale, il n. 160 del 2012. Arriva il centro-sinistra, con Pigliaru e i sedicenti sovranisti, e cosa fa? Il 10 Marzo del 2014 ritira il ricorso. La Valle d’Aosta fece un ricorso simile al nostro, ma non lo ha ritirato: così nel 2015 ottiene una sentenza favorevole dalla Corte Costituzionale. Vediamo il risultato nella legge di stabilità proposta da Renzi per il 2017: loro sono esclusi da questa sottrazione di denaro, la Sardegna invece ci rientra in pieno e, per giunta, con un prolungamento di questo prelievo annuale fino al 2020. Per intenderci, soltanto per il 2016 la nostra terra si è vista portare via ben 700 milioni di euro: è questa la cifra complessiva dei cosiddetti accantonamenti. Questo perché tutte le trattative condotte dal duo Paci-Pigliaru si sono concluse con una fregatura per i sardi ed un regalo indebito a Renzi. Ecco, quando vi dicono che non sono arrivati i soldi al Comune o che non ci sono misure di aiuto per le imprese, per le famiglie è perché qualcuno ha lasciato scappare Renzi con il salvadanaio dei sardi. Non è finita, per mascherare questo comportamento da veri polli, i baroni della giunta indebitano i sardi: prima con un super-mutuo da 700 milioni e poi con un altro da 500 milioni di euro, di cui si discute in questi giorni.

Insomma: non hanno ottenuto un solo euro in più e, dopo il loro passaggio nefasto, i sardi si troveranno sulle spalle un debito di 1200 milioni. E’ ora che tornino a fare convegni, lezioni, ad occuparsi di teoria perché con la pratica hanno già fatto disastri vergognosi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: