Il “Sardegnastaiserena” del ministro Boschi non è una garanzia. Anzi.

boschi

“Il motto stai sereno è il marchio di fabbrica e di inaffidabilità del Governo Renzi: perciò quello rivolto dal ministro Boschi è tutt’altro che una garanzia”. Così Ugo Cappellacci, coordinatore reginale di Forza Italia commenta le dichiarazioni del ministro delle Riforme. “Non è vero che l’Autonomia è intangibile – evidenzia Cappellacci-: è sufficiente un’intesa, come gli accordi patacca firmati in questi due anni e otto mesi da Pigliaru su Tirrenia, entrate e patto di stabilità, per applicare anche alla nostra isola tutto e anche di più. La riforma introduce anche una clausola di supremazia – ricorda l’esponente azzurro- che permette allo Stato di ignorare la volontà della Regione e dei territori su materie assai delicate. E’ immaginabile in quali casi un Governo e, in particolare, un esecutivo insediato per giochi di palazzo, non certo nel rispetto del voto popolare, potrebbe adoperare tale trucco per calare decisioni dall’alto, in spregio alla volontà dei sindaci e della Regione. Ammesso e non concesso che la riforma riduca il contenzioso, lo farebbe a favore dello Stato e in danno ai sardi. Sarebbe ‘tafazziano’,  se rinunciassimo ai nostri diritti e soprattutto ai soldi dovuti alla nostra terra. C’è riuscito uno solo: il presidente Pigliaru, quando ritirò tutti i ricorsi presentati da noi e rinunciò perfino agli effetti di quelli già vinti. Se in una causa privata un avvocato rinunciasse a quando dovuto al suo cliente sulla base di una sentenza, minimo verrebbe ricoverato. Solo quest’anno Renzi ha portato via alla nostra isola oltre 700 milioni di euro e con il nuovo articolo 119 si prepara a mettere le mani nel salvadanaio dei sardi senza che nessuno abbia più la possibilità di opporsi. Quando poi il ministro dice che i senatori saranno eletti sulla base delle scelte dei sardi dice una clamorosa bugia: se dovesse passare la riforma, i cittadini non avranno neppure la scheda per votare il Senato. E peraltro singolare l’interpretazione secondo la quale tutto lo Statuto resterebbe in vigore, tranne l’articolo sulla incompatibilità tra consigliere regionale e senatore.  Per quanto attiene ai costi della politica – prosegue il forzista- noi, grazie all’Autonomia, abbiamo ridotto le indennità, abbiamo tagliato il numero dei consiglieri, eliminato i vitalizi, cancellato i soldi per i gruppi. Chi viene qui a impartire lezioni di parsimonia, ma poi spende per l’aereo presidenziale una cifra pari a tre volte la nostra continuità territoriale – ha concluso Cappellacci- dovrebbe avere la decenza di tacere”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: