Numeri fasulli nella variazione di bilancio di Pigliaru. Le bugie hanno le gambe corte.

paci_pigliaru

“Sull’impugnazione della variazione di bilancio la Giunta viene sbugiardata dal ricorso del Governo”. Lo ha dichiarato Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, commentando il testo del ricorso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. “Il nuovo ricorso – prosegue l’esponente azzurro- prescinde dai riflessi derivanti dall’illegittimità della Finanziaria 2016 e denuncia “ancora una volta”, la violazione dell’equilibrio di bilancio e dell’obbligo di copertura della spesa. Le bufale di Pigliaru e dei suoi esimi colleghi – evidenzia Cappellacci- emergono dal testo del ricorso, nella parte in cui afferma che “In realta’, contrariamente a quanto  attestato  dalla  trascritta disposizione, dai dati riportati nei prospetti di  cui  alle  ridette tabelle non e’ possibile riscontrare l’effettivo,  integrale  ripiano del disavanzo ovvero  il  relativo  assorbimento  per  effetto  delle variazioni al cronoprogramma che avrebbe originato – come evidenziato dalla giunta regionale nella relazione al relativo disegno  di  legge -, in luogo del disavanzo, un saldo positivo di gestione 2016. Anzi, le variazioni compensative di cui al punto 5 della  tabella allegato C -Variazioni all’entrata e alla spesa  della  competenza  e cassa, evidenziano complessivamente  un  incremento  della  spesa  in termini di cassa eccedente rispetto  alle  corrispondenti  variazioni all’entrata. Dunque, benche’ la legge  regionale  dichiari  che  il  disavanzo tecnico – la cui applicazione al bilancio 2016  e’  stata  dichiarata costituzionalmente  illegittima  da  codesta   Corte   –   e’   stato «interamente ripianato nell’esercizio 2016» perche’, si  suppone,  le entrate sono (rectius: sarebbero) superiori alle spese, in realta’  i documenti  contabili  allegati  alla  stessa  legge  non   solo   non forniscono evidenza di cio’, ma, a ben  vedere,  dimostrano  l’esatto contrario”. Insomma, che il 2 Febbraio 2017 continuava a ripetere che i risultati sono corretti erano una solenne bufala, lontana anni luce dalla realtà. E il tentativo di contrabbandare questo pastrocchio come episodio di una presunta, epica battaglia sulle entrate, è ridicolo e vergognoso perché con l’accordo “dei calabraghe” firmato da Pigliaru nel 2014 la Regione ha rinunciato ai soldi dei sardi e ha ritirato tutti i ricorsi. Insomma – ha concluso Cappellacci- si atteggiano a Braveheart, ma sono una via di mezzo fra mr. Bean e il pavido Don Abbondio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: